lunedì 23 gennaio | 13:52
pubblicato il 13/mag/2014 17:21

Electrolux: Sindacati soddisfatti in attesa dell'accordo

(ASCA) - Venezia, 13 mag 2014 - E' ripresa da poco la trattativa Electrolux al Misesulla organizzazione del lavoro (ritmi, ferie, ecc.). Il verbale di riunione sottoscritto ieri sera presso la sede del MiSE (che porta anche la firma del Ministero del lavoro oltre a quello del MiSE stesso e, naturalmente, delle parti trattanti, a partire dai tre segretari generali delle federazioni: Farina, Landini e Palombella) rappresenta ''un sostanziale passo in avanti verso una conclusione positiva della vertenza Electrolux''. Ne sono convinti i due dirigenti sindacali che seguono direttamente la trattativa per conto della Fim Cisl: Anna Trovo' (segretaria nazionale) e Maurizio Geron (coordinatore del Gruppo). Si e' individuata infatti una parte della soluzione relativa alla riduzione del costo del lavoro orario, il contributo che sindacato e lavoratori dovevano mettere del proprio per contribuire all'obiettivo generale di mantenere competitivi gli stabilimenti italiani della multinazionale svedese e quindi il mantenimento delle produzioni e l'occupazione. Due gli interventi accordati.

Il primo riguarda il riproporzionamento della pausa lavoro aggiuntiva pari a 10 minuti di cui attualmente beneficiano i lavoratori della produzione di Porcia. In pratica questa pausa ottenuta nel 2002 con la contrattazione aziendale, che quindi si aggiunge alle altre, sara' portata a 5 minuti.

Il secondo dispone invece la riduzione del 60% (a partire dal 2015) dei permessi sindacali il cui monte ore, grazie alla contrattazione aziendale, e' oggi ben superiore a quanto previsto in via generale dal contratto nazionale di lavoro e dalla legge 300 /70. Da poco, dunque, si e' riaperto, sempre al MiSE, il tavolo di trattativa che deve trovare una composizione consensuale degli ultimi temi ancora aperti: i ritmi di lavoro, la gestione delle ferie, l'organizzazione del lavoro. Domani, mercoledi', si procedera' alla scrittura del testo dell'accordo generale.

Dopodomani infine le parti incontreranno il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per chiudere l'accordo. Ad aspettare il rientro della delegazione sindacale trattante, dopo una settimana di tour de force nella capitale, le assemblee dei lavoratori chiamate alla ratifica dell'accordo.

fdm/mau/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Borsa
Borsa, Piazza Affari piatta a metà mattinata. Ftse Mib -0,08%
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4