mercoledì 25 gennaio | 01:00
pubblicato il 04/apr/2014 16:29

Electrolux: sindacati, lunedi' al Mise nuovo incontro su vertenza

(ASCA) - Roma, 4 apr 2014 - Il 7 aprile 2014 ricomincia, a Roma alle ore 16,30 presso il Mise, la trattativa in sede governativa sulla vertenza Electrolux, alla presenza dei nuovi ministri del Lavoro e dello Sviluppo economico, Giuliano Poletti e Federica Guidi e dei Presidenti delle Regioni Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna.

L'incontro - si legge in una nota sindacale -, lungamente posticipato in relazione agli avvicendamenti di Governo, e' a uno snodo decisivo dopo la dichiarata disponibilita' di Electrolux a rivedere il piano industriale inizialmente ipotizzato, dopo il rifinanziamento da parte del Governo della decontribuzione dei contratti di solidarieta' e l'intesa sulla proroga degli stessi per tutti gli stabilimenti sottoscritta il 26 marzo 2014.

Fim, Fiom, Uilm considerano questo un risultato ottenuto grazie alle lotte che i lavoratori hanno messo in campo in oltre 60 giorni di mobilitazione, con scioperi articolati e presidio degli stabilimenti, ritengono importante la continuita' dei contratti di solidarieta' iniziati un anno fa e valutano utile allo sblocco del negoziato il decreto con il quale il Governo ne ha rifinanziato la decontribuzione.

Tuttavia ritengono che in sede di conversione legislativa il provvedimento debba essere migliorato aumentando le percentuali di decontribuzione in esso previste.

A Electrolux Fim, Fiom, Uilm chiedono prioritariamente: una modifica dei piani presentati che impegni la multinazionale a non delocalizzare le produzioni; prospettive di lungo periodo per tutti gli stabilimenti italiani, attraverso investimenti sul prodotto e sul processo utili al mantenimento degli attuali livelli occupazionali; l'impegno a sgombrare definitivamente il campo dall'intenzione manifestata di ridurre i salari delle lavoratrici e dei lavoratori.

Nel confermare la disponibilita' piu' volte manifestata ad aprire un confronto sulla competitivita' degli stabilimenti italiani, Fim, Fiom, Uilm ritengono che cio' non debba comportare ulteriori peggioramenti delle condizioni di lavoro.

In concomitanza con la trattativa e a sostegno delle rivendicazioni, Fim, Fiom, Uilm nazionali dichiarano 8 ore di sciopero di tutti gli stabilimenti italiani il giorno 7 aprile 2014 e invitano le lavoratrici e i lavoratori di Electrolux a partecipare al presidio che si terra' al ministero dello Sviluppo economico a partire dalle ore 15,30.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4