sabato 25 febbraio | 13:01
pubblicato il 07/mar/2014 13:58

Electrolux: Serracchiani, dev'essere un caso nazionale

(ASCA) - Porcia (PN), 7 mar 2014 - ''Deve essere chiaro che non siamo qui per trattare, per tirar fuori un po' di soldi e tranquillizzarci per un paio d'anni per poi ritrovarci nelle stesse condizioni. Questo deve essere un caso nazionale, non solo per come e' stato affrontato finora ma anche per come auspicabilmente finira'. E' arrivato il momento che si facciano proposte serie e durature''.

Lo ha detto oggi la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, partecipando nel piazzale dell'Electrolux di Porcia (Pn), assieme al vicepresidente Sergio Bolzonello, ad una assemblea aperta a cui hanno preso parte circa 1.500 lavoratori dei diversi stabilimenti dell'azienda, sindaci e amministratori locali.

''Fra due settimane verra' riconvocato a Roma, presso il ministero dello Sviluppo economico (Mise) il tavolo di Electrolux che riguardera' tutti insieme i quattro stabilimenti'', ha annunciato la presidente, spiegando che prima di allora vi saranno una serie di tavoli informali nei ministeri, proprio dare concretezza alle varie proposte formulate dalle istituzioni, dalle parti sociali, dalle categorie economiche, dal precedente governo e dalla stessa azienda su temi quali decontribuzione, contratti di solidarieta', piano di sviluppo regionale, innovazione del processo lavorativo.

''Non vogliamo dare soldi pubblici a chi gia' da un po' di tempo pensa di andarsene via, dobbiamo seriamente iniziare a costruire prospettive strategiche nuove'', ha detto. In questo contesto prima di tutto ''il Governo nazionale deve rispondere alla domanda se e' o non e' strategico il settore dell'elettrodomestico''. E se la risposta e' affermativa, ''l'Azienda deve predisporre un piano industriale a 360 gradi, perche' questi stabilimenti devono continuare a produrre non solo per qualche anno grazie a cassa integrazione o contratti di solidarieta' o contentini che finirebbero comunque per pesare sulla fiscalita' generale.

Bisogna cambiare radicalmente. Per noi e per dare un futuro ai nostri figli''.

''Vorrei che oggi da questa bella manifestazione, colorata, numerosa, solidale nasca davvero la speranza'', ha auspicato Serracchiani. ''Speriamo di poter trasformare le difficolta' di oggi in una opportunita' per stare meglio, per avere delle aziende che tornino ad essere produttive e competitive. Vorrei che da noi venissero imprese che inizino anche ad avere una coscienza sociale e una responsabilita' sociale, consapevoli che sono un pezzo della nostra comunita'''.

''C'e' comunque la consapevolezza - si e' detta convinta la presidente del Friuli Venezia Giulia - che Electrolux rappresenta una priorita' per il Governo Renzi e va risolta il primo possibile''.

fdm/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech