venerdì 09 dicembre | 00:59
pubblicato il 16/apr/2014 19:43

Electrolux: parte in salita la trattativa azienda-sindacati

(ASCA)n - Venezia, 16 apr 2014 - Ancora difficolta' nella vertenza Electrolux. Facendo seguito a quanto deciso il 7 aprile in occasione dell'incontro svolto a Roma in sede ministeriale con la presenza del Ministro dello Sviluppo Economico Guidi e del Ministro del Lavoro Poletti, si e' tenuto oggi a Mestre il primo degli appuntamenti programmati tra direzione Electrolux, le Segreterie Nazionali di Fim, Fiom, Uilm ed il Coordinamento delle Rsu.

Electrolux ha formulato alcune proposte sull'organizzazione del lavoro dichiarandole finalizzate alla riduzione del costo del lavoro senza che si determino effetti negativi sulla retribuzione dei lavoratori; l'azienda ha anche indicato la necessita' di una diversa gestione del calendario annuo per utilizzare al meglio la prestazione lavorativa in coerenza con il fabbisogno produttivo. Infine sono stati analizzati i piani industriali con approfondimenti sito per sito.

Particolare attenzione e' stata dedicata agli investimenti, dettagliati per ogni singola fabbrica (Porcia, Susegana, Solaro, Forli') per un totale complessivo di 150 milioni di euro, agli interventi per l'automazione, alle determinazioni per una migliore efficienza e produttivita', ai prodotti sui quali puntare per garantire volumi e lavoro.

La discussione proseguira' nell'incontro gia' programmato per lunedi' 28 aprile prossimo e risulta complessa in particolare per quanto concerne le produzioni destinate alle fabbriche di Porcia e Susegana. Non e' infatti stato sciolto il nodo del drastico calo dei volumi previsto per Porcia - fa sapere il sindacato - ne' quello dell'investimento finalizzato alla produzione dei frigoriferi Cairo 3 per Susegana che consideriamo necessario venga realizzato totalmente, e non parzialmente, in Italia. ''Sempre per quanto riguarda questi due stabilimenti, bene gli investimenti annunciati, ma la discussione ed il confronto devono permettere di individuare soluzioni differenti rispetto a quanto fin qui proposto, in grado cioe' di garantire una prospettiva di lungo periodo per l'attivita' industriale e per la tenuta dell' occupazione'' hanno dichiarato in sindacati.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni