lunedì 27 febbraio | 04:21
pubblicato il 19/feb/2014 11:41

Electrolux: Fim Cisl, cambio del Piano positivo ma ancora molto da fare

(ASCA) - Roma, 19 feb 2014 - ''Positivo il cambio del piano industriale e l'aumento degli investimenti, ma c''e' ancora molto da fare per assicurare prospettive certe agli stabilimenti e all'occupazione Electrolux in Italia''. Lo afferma in una nota il segretario generale della Fim Cisl Giuseppe Farina. ''A questo obiettivo - aggiunge Farina - sono chiamati a concorrere il governo e gli amministratori locali dei territori con insediamenti Electrolux mettendo a disposizione della trattativa sindacale attenzione e risorse per sostenere gli investimenti dell'azienda e nell'emergenza, i redditi dei lavoratori''.

''E' quindi urgente - aggiunge Farina - appena si insediera' il nuovo governo che venga immediatamente riconvocato il tavolo al Ministero dello Sviluppo economico con tutti i soggetti interessati a conoscere e partecipare, per verificare la consistenza dei progetti e degli investimenti della Electrolux in Italia e per avviare una trattativa sindacale che metta al centro la difesa degli stabilimenti e dell'occupazione nel Paese, e attraverso gli strumenti della solidarieta' la gestione dell'attuale fase crisi di lavoro''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech