venerdì 24 febbraio | 21:24
pubblicato il 11/nov/2013 20:27

Electrolux: Confindustria Treviso, la stiamo convincendo a restare

(ASCA) - Treviso, 11 nov - ''L'industria dell'elettrodomestico deve rimanere in Italia. Il prossimo anno, insieme a Confindustria, faremo partire un progetto europeo a sostegno dell'innovazione in questo comparto che, in tal modo, ridiventera' competitivo''. Lo ha annunciato Alessandro Vardanega, presidente di Confindustria Treviso, partecipando al consiglio intercomunale che si sta svolgendo a Susegana, in provincia di Treviso. Vardanega, ha confermato che l'associazione degli industriali e' ''in dialogo costante'' con Electrolux ''per convincerla che qui ci sono le condizioni di lavoro per continuare ad operare: qui da noi si trovano competenza ed un ecosistema favorevole, ma il sistema e' turbato da variabili che rendono tutto meno attrattivo: fisco, burocrazia, giustizia, costo dell'energia''. Ha quindi sollecitato il Governo a ridurre i costi del lavoro, soprattutto ''gli eccessivi oneri fiscali e contributi''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Mediaset
Mediaset, Vivendi: esposto infondato dei Berlusconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech