mercoledì 18 gennaio | 09:28
pubblicato il 14/mag/2014 19:33

Electrolux: azienda, accordo fondamentale per fabbriche italiane

(ASCA) - Pordenone, 14 mag 2014 - ''Un accordo fondamentale per la competitivita' delle fabbriche Electrolux in Italia''.

Cosi' L'azienda sull'accordo da poco sottoscritto.

Dopo sette mesi di analisi e negoziato, firmato un accordo a Roma che rende possibile l'implementazione del piano industriale 2014-2017. ''L'accordo siglato - si legge in una nota - permette una riduzione del costo del lavoro e del prodotto e prevede importanti azioni di efficienza produttiva nelle fabbriche italiane. Cio' consente, nel quadro del piano strategico 2014-2017, di procedere allo sviluppo operativo del piano industriale e alla allocazione degli investimenti previsti dal Gruppo per 150 milioni di euro''.

Grazie agli importanti risultati raggiunti con l'accordo odierno, Electrolux prevede per tre fabbriche (Solaro, Susegana e Forli') volumi in crescita. Per il sito di Porcia viene assicurata la continuita' delle produzioni di lavabiancheria attraverso una rifocalizzazione della missione sui segmenti piu' alti e a maggior valore aggiunto. Il passaggio finale del referendum dei lavoratori in tutte le fabbriche e' atteso per la meta' della prossima settimana.

''Un accordo di fondamentale importanza per la continuita' produttiva, la competitivita' e la protezione dei posti di lavoro nelle nostre fabbriche'', ha dichiarato Ernesto Ferrario, Amministratore Delegato di Electrolux Italia. ''E' stato un percorso complesso e sofferto e, se non fossimo stati in grado di raggiungere l'intesa, oggi ci troveremmo in una situazione davvero difficile sia dal punto di vista della continuita' di business sia dal punto di vista della protezione dell'occupazione''.

''Il mercato resta ancora molto volatile e difficilmente prevedibile, con alternanza di segnali con segno piu' e altri con segno meno. In questo contesto - ha aggiunto Ferrario -, l'accordo ci permette di cogliere tutte le opportunita', di servire meglio i nostri clienti e i consumatori''.

''Dobbiamo ringraziare'', ha concluso Ferrario, ''i rappresentanti dei lavoratori che, malgrado il confronto sia stato a tratti anche duro, hanno mostrato senso di responsabilita', il Governo e i Ministeri coinvolti per aver contribuito in modo concreto con provvedimenti legislativi e un importante ruolo di mediazione, e le Regioni per la disponibilita' a supportare concretamente i nostri siti produttivi''.

fdm/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa