venerdì 20 gennaio | 07:10
pubblicato il 25/ott/2013 11:39

Electrolux: annuncia taglio 2mila dipendenti. Pesa calo vendite

Electrolux: annuncia taglio 2mila dipendenti. Pesa calo vendite

(ASCA) - Roma, 25 ott - Electrolux, la societa' svedese leader nel comparto degli elettrodomestici, ha annunciato che tagliera' 2mila posti di lavoro dopo i deludenti dati del terzo trimestre che hanno registrato un calo del 29% dell'utile netto (75 milioni di euro). Nello stesso tempo Electrolux lancia un'indagine di competitivita' sostenibile su tutte le 4 fabbriche italiane di elettrodomestici. Il timore dei sindacati, pero', e' che al termine della verifica possano risultare problematiche gravi, in particolare a Porcia. In una nota la societa' sostiene che sono indispensabili azioni tempestive sul prodotto, sui costi di produzione e su tutti gli altri costi per riportare il settore elettrodomestici EMEA di Electrolux sulla strada della profittabilita' e della crescita. Alla luce dei risultati del terzo trimestre, che confermano sia la durezza dello scenario competitivo europeo sia l'insoddisfacente performance del settore elettrodomestici EMEA, Electrolux ha assunto una serie di importanti decisioni strategiche con l'obiettivo di ridurre i propri costi operativi in Europa. L'azienda concentrera' i suoi investimenti futuri sui prodotti con maggiori possibilita' di crescita e con piu' ampie prospettive di profittabilita' nelle aree del Built-In e dell'Home Comfort, con la riorganizzazione dei suoi uffici a livello europeo. Il progetto, che dovra' essere implementato da subito e concluso entro il biennio 2014-2015, prevede un'organizzazione meno complessa, piu' veloce ed efficace nel raggiungere e gestire il mercato. Sul versante cruciale della competitivita' di costo delle produzioni italiane e della loro sostenibilita', Electrolux, a parte alcune limitate azioni estremamente urgenti e di limitato e differito impatto occupazionale nelle aree della refrigerazione, del lavaggio stoviglie e delle lavabiancheria, che verranno illustrate nel corso dell'incontro programmato del 28 ottobre, ha deciso, di aprire un'investigazione su tutti gli stabilimenti italiani di elettrodomestici (Forli', Porcia, Solaro e Susegana) per verificare se e con quali azioni di innalzamento di competitivita' e riduzione di costo sia possibile ripristinare la sostenibilita' delle produzioni oggi gravemente compromesse nel contesto europeo. La conclusione dell'indagine e' attesa entro la fine di aprile 2014 per consentire l'assunzione di decisioni tempestive ed efficaci e la loro implementazione. int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale