lunedì 23 gennaio | 13:58
pubblicato il 21/nov/2014 18:10

Effetto Draghi sull'euro, torna sotto 1,24 dollari

Bce pronta a "aumentare la pressione,inflazione va fatta risalire"

Effetto Draghi sull'euro, torna sotto 1,24 dollari

Roma, 21 nov. (askanews) - Si accentua la flessione dell'euro, che torna sotto 1,24 dollari dopo due settimane a seguito di movimenti innescati dai nuovi segnali di possibili interventi della Bce. Parlando ad un convegno, il presidente Mario Draghi ha alzato i toni della retorica avvertendo che l'istituzione è pronta a "aumentare la pressione" e spiegando che "è essenziale riportare l'inflazione ai livelli obiettivo il più rapidamente possibile, senza indugi". Nel pomeriggio la valuta condivisa ha segnato un minimo a 1,2383 dollari, laddove in mattinata aveva raggiunto 1,2568.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Borsa
Borsa, Piazza Affari piatta a metà mattinata. Ftse Mib -0,08%
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4