domenica 26 febbraio | 21:00
pubblicato il 15/apr/2013 12:00

Editoria/Nasce Inpiù quotidiano opinione digitale dir.Santalmassi

Cipolletta: ordine nel Caos. Abete: è anche comunità di valori

Editoria/Nasce Inpiù quotidiano opinione digitale dir.Santalmassi

Roma, 15 apr. (askanews) - Si chiama Inpiù, è un quotidiano di informazione digitale e nasce con l'obiettivo di fare ordine nel caos dell'informazione divulgando commenti e opinioni autorevoli e informate sui principali fatti del giorno. L'esclusiva della notizia, infatti, non è più patrimonio di alcuno, perché l'informazione arriva ormai attraverso i più svariati mezzi di diffusione. Troppa informazione significa, però, nessuna informazione e molto 'rumore di fondo'. Con un prodotto editoriale distribuito in abbonamento direttamente sugli apparati mobili e sul sito www.inpiu.net la redazione, diretta da Giancarlo Santalmassi, tenterà di identificare le notizie che quotidianamente hanno maggior rilevanza strategica per il Paese. Il comitato scientifico, presieduto da Innocenzo Cipolletta, si incaricherà invece di inquadrarle nello spazio e nel tempo, fornendo analisi, approfondimenti e commenti puntuali e precisi. Il tutto distribuito in real time e con una formula moderna e di facile consultazione. Al fianco dell'abbonamento al notiziario, Inpiù offre anche un nuovo portale d'informazione, consultabile da tutti. Oltre ad essere un giornale, il portale Inpiù.net, ogni giorno a mezzanotte, pubblicherà in esclusiva anche le notizie distribuite il giorno precedente in abbonamento, che si andranno ad aggiungere a quelle pensate, analizzate e scritte per il sito, che verrà arricchito ogni giorno da inchieste e approfondimenti. Inpiù, ha spiegato Cipolletta, presidente del Comitato Scientifico "fornisce una prima opinione su una notizia strategica elaborata da un esperto. Sulla base di questa idea, il lettore può farsi una sua propria opinione o può fare sua quella nostra, se la condivide. Il vantaggio è che l'utente non dovrà cercare in un sito web le opinioni più autorevoli, ma le riceverà direttamente e potrà leggerle rapidamente, anche mentre è occupato in altre faccende". L'editore, il Comitato scientifico e la direzione di Inpiù, ha detto Luigi Abete, editore appunto della testata, "condividono una serie di valori culturali: una società libera, responsabile e disponibile all'innovazione, che riconosce e premia il merito, in un quadro di solidarietà sociale, intergenerazionale, geopolitica. Da questo punto di vista In Più si caratterizza anche come una 'comunità di valori' che offre l'interpretazione dei fatti a nostro giudizio più coerente con lo sviluppo del nostro Paese nel quadro dell'evoluzione dell'Europa. InPiù ha dunque l'ambizione di contribuire a costruire un'identità condivisa con i propri lettori, anche per contribuire a recuperare un alfabeto e una visione comune in questo tempo di conflitti, divisioni e crescente incomunicabilità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech