domenica 11 dicembre | 06:04
pubblicato il 08/gen/2013 17:21

Editoria: Grafica Veneta, nel 2012 piu' 30% dello stampato

(ASCA) - Venezia, 8 gen - Grafica Veneta tira le somme di fine anno e conta il 30% in piu' dello stampato frutto di cambiamenti strategici ed organizzativi con recupero totale dell'efficienza della produttivita' verso il criterio dell'eccellenza. Fabio Franceschi, l'imprenditore alla guida del colosso europeo dell'editoria che continua ad esser scelto dalle migliori case internazionali per la stampa di libri e best seller, chiude un esercizio a zero licenziamenti e l'incremento dello staff con figure specializzate in tecniche applicate alla bioenergia oltre che di marketing e rapporti con l'estero. Potenziato dunque il ''quartier generale'' del ramo commerciale con un nuovo direttore d'area: l'export, per questa realta', e' piu' del 70% della voce di bilancio, orientato nel 2013 ai Paesi del Medio Oriente, dopo la tenuta di quelli dell'Est che rappresentano uno dei punti di forza delle tirature degli allegati. Un mercato dove la Romania fa da padrona: grazie alle varie collane scelte dal giornale ''Adevarul'' che ha triplicato le vendite. Su questo fronte continua anche la fortunata collaborazione con l'editore russo AST che dopo la linea de ''I grandi musei'' ha proseguito con le ''Bellezze del mondo'' arrivando al 30% del mercato. Sempre rimanendo in tema di collegati ai quotidiani interessanti anche le proiezioni di Serbia e Montenegro che puntano ad aumentare le copie dei loro quotidiani nazionali con la distribuzione dei capolavori della letteratura da acquistare direttamente in edicola''. L'apertura verso nuovi mercati va corredata di informazioni giuridiche sugli Stati stranieri, cosi da incrementare le esperienze per avere una visione completa solidale oltre che economica - commenta il numero uno di Grafica Veneta, Franceschi, che si avvale di formatori costantemente presenti in azienda per rafforzare il clima professionale e il team di collaboratori.

''Abbiamo promosso un progetto formativo continuo che coinvolge tutto il personale, affrontando la dinamicita' con cui l'intera realta' industriale vive passaggi economici in vere scelte imprenditoriali condivise - spiega Franceschi - siamo concentrati sul nostro vantaggio competitivo quello della risorsa umana che e' il fiore all'occhiello della fabbrica dei libri piu' famosa al mondo che non delocalizza e investe tutto sul territorio d'origine''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina