mercoledì 22 febbraio | 05:16
pubblicato il 07/feb/2013 15:55

Editoria: Cgil, al via campagna Ue per pluralismo media

Editoria: Cgil, al via campagna Ue per pluralismo media

(ASCA) - Roma, 7 feb - Parte oggi la campagna europea per il pluralismo dei media ''per ribadire ancora un volta che la liberta' d'informazione e il pluralismo dei media sono dei beni insopprimibili''. Una campagna promossa dal comitato italiano dell'Iniziativa Europea per il Pluralismo dell'Informazione (Eimp Italia), costituito da un vasto vasto cartello di associazioni, tra cui la Cgil.

''Lo chiediamo noi all'Europa. Potrebbe essere questo lo slogan di presentazione dell'iniziativa dei cittadini europei per il pluralismo dei media'', ha spiegato oggi il presidente della Fondazione Di Vittorio, Fulvio Fammoni, nel corso della presentazione dell'iniziativa presso la Federazione nazionale della Stampa, aggiungendo che: ''Parte oggi la raccolta di firme su una proposta molto importante, nel merito e nel metodo. Con questo nuovo strumento di partecipazione le persone che si sentono sempre distanti dalle scelte europee, possono intervenire e avanzare direttamente propost legislative alla Commissione europea, che non riguardino solo i temi di bilancio, ma le liberta' e la democrazia''.

Le adesioni, ha affermato Fammoni, ''un milione in almeno sette paesi europei, possono essere raccolte online sui siti delle organizzazioni promotrici e voglio rivolgere un appello a tutti gli organi di informazione per far conoscere l'iniziativa e per ospitare sui propri siti la raccolta di firme online''. Secondo il presidente della Fondazione Di Vittorio ''i problemi della liberta' di informazione, le censure, i conflitti di interesse, cosi' presenti in Italia, si vanno diffondendo in tutta Europa. Occorre intervenire con regole omogenee in tutti i paesi, a cui i singoli governi possono aggiungere norme, ma sotto le quali non si puo' scendere. La conferma piu' evidente che il problema esiste e' data dal si' della Commissione europea alla raccolta di firme''. La Cgil, ha concluso, ''assieme a tante associazioni che in questi anni si sono battute per la liberta' di informazione, promuove e si impegna per il successo di questa iniziativa''.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia