sabato 10 dicembre | 04:53
pubblicato il 05/giu/2013 13:40

Editoria: Anselmi, crisi drammatica, politica latitante

(ASCA) - Roma, 5 giu - Crisi generale ''particolarmente violenta'' con conseguenze sulle imprese editrici ''senza esagerazioni drammatico''. E' il grido di dolore lanciato dal presidente della Fieg, Giulio Anselmi, in occasione della presentazione dello studio sulla stampa in Italia 2010-2012.

''Da questa crisi epocale - ha sottolineato Anselmi - si puo' uscire solo con una comune strategia che si rivolga in primo luogo al governo e alla politica perche' finalmente comprendano che l'informazione e' un'industria strategica per il paese''. Da qui l'attacco di Anselmi: ''La politica - ha detto - ha praticato una troppo lunga latitanza (anche se ci sono stati segni di attenzione e altri sembrano manifestarsi). L'establishment politico ed economico, la stessa opinione pubblica non hanno sufficiente consapevolezza della realta'''.

rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina