martedì 06 dicembre | 13:20
pubblicato il 05/giu/2013 11:34

Editoria: Anselmi, 2012 quinto anno consecutivo in rosso

(ASCA) - Roma, 5 giu - Prosegue il periodo nero per l'editoria italiana. Il 2012 infatti e' il quinto anno consecutivo che si chiude con dati negativi per il settore.

''I quotidiani hanno registrato una flessione delle copie vendute del 6,6%, i settimanali del 6,4% e i mensili dell'8,9%. Negli ultimi cinque anni i quotidiani hanno perso oltre il 22% delle copie, piu' di un milione di persone ha smesso di comprare ogni mattina il proprio giornale''. Lo ha detto il presidente della Fieg, Giulio Anselmi, nel corso della presentazione della consueta indagine della federazione sulla stampa in Italia. Preoccupanti, soprattutto, i dati della pubblicita'. Nel 2012 per il mercato pubblicitario e' stato il peggior anno degli ultimi 20 anni. Il totale degli investimenti pubblicitari e' stato pari a 7,442 miliardi di euro, il 14,3% in meno rispetto all'anno precedente.

rf/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
L.Bilancio
L.Bilancio, Dijsselbloem: ora impossibile chiedere misure extra
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Ricerca, scoperta una pianta erbacea che va in letargo per stress
Scienza e Innovazione
Pakistan, sta morendo avvelenato il più grande lago del paese
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni