mercoledì 07 dicembre | 19:55
pubblicato il 10/dic/2013 15:26

Ecofin: tutto rimandato su squilibri bilancia pagamenti paesi non-euro

(ASCA) - Bruxelles, 10 dic - ''Non essendoci l'unanimita', di questa proposta se ne occupera' la prossima presidenza'', cosi' il ministro dell'economia della Lituania, Rimantas Sadzius, presidente di turno dell'Ecofin, ha chiuso la discussione sulla proposta di stabilire delle linee di assistenza finanziaria per i paesi Ue, fuori dall'Eurozona, con forti squilibri nella bilancia dei pagamenti. Tra i big dell'Ecofin hanno espresso la loro contrarieta' la Germania e la Gran Bretagna. Scettica anche la Polonia, il cui ministro dell'economia, Mateusz Szczurek, ha chiosato ricordando che ''gli squilibri della bilancia dei pagamenti si risolvono, per i paesi fuori dall'Euro, con i movimenti dei tassi di cambio''.

La palla passa dunque alla Grecia che assumera' la presidenza Ue dal prossimo primo di gennaio.

men/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni