mercoledì 18 gennaio | 05:30
pubblicato il 10/dic/2013 15:26

Ecofin: tutto rimandato su squilibri bilancia pagamenti paesi non-euro

(ASCA) - Bruxelles, 10 dic - ''Non essendoci l'unanimita', di questa proposta se ne occupera' la prossima presidenza'', cosi' il ministro dell'economia della Lituania, Rimantas Sadzius, presidente di turno dell'Ecofin, ha chiuso la discussione sulla proposta di stabilire delle linee di assistenza finanziaria per i paesi Ue, fuori dall'Eurozona, con forti squilibri nella bilancia dei pagamenti. Tra i big dell'Ecofin hanno espresso la loro contrarieta' la Germania e la Gran Bretagna. Scettica anche la Polonia, il cui ministro dell'economia, Mateusz Szczurek, ha chiosato ricordando che ''gli squilibri della bilancia dei pagamenti si risolvono, per i paesi fuori dall'Euro, con i movimenti dei tassi di cambio''.

La palla passa dunque alla Grecia che assumera' la presidenza Ue dal prossimo primo di gennaio.

men/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa