domenica 26 febbraio | 11:40
pubblicato il 10/dic/2013 15:26

Ecofin: tutto rimandato su squilibri bilancia pagamenti paesi non-euro

(ASCA) - Bruxelles, 10 dic - ''Non essendoci l'unanimita', di questa proposta se ne occupera' la prossima presidenza'', cosi' il ministro dell'economia della Lituania, Rimantas Sadzius, presidente di turno dell'Ecofin, ha chiuso la discussione sulla proposta di stabilire delle linee di assistenza finanziaria per i paesi Ue, fuori dall'Eurozona, con forti squilibri nella bilancia dei pagamenti. Tra i big dell'Ecofin hanno espresso la loro contrarieta' la Germania e la Gran Bretagna. Scettica anche la Polonia, il cui ministro dell'economia, Mateusz Szczurek, ha chiosato ricordando che ''gli squilibri della bilancia dei pagamenti si risolvono, per i paesi fuori dall'Euro, con i movimenti dei tassi di cambio''.

La palla passa dunque alla Grecia che assumera' la presidenza Ue dal prossimo primo di gennaio.

men/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech