sabato 25 febbraio | 23:59
pubblicato il 26/ago/2014 14:29

E' ufficiale: Burger King rileva la canadese Tim Hortons

Nasce colosso con vendite complessive per 23 miliardi di dollari (ASCA) - New York, 26 ago 2014 - Dopo le indiscrezioni e' arrivata l'ufficialita': il colosso americano dei fast food Burger King e la catena canadese Tim Hortons hanno annunciato un accordo che combina "due brand indipendenti e iconici" e crea un nuovo gruppo globale con vendite per circa 23 miliardi di dollari e oltre 18.000 ristoranti in cento Paesi. Burger King rilevera' la catena che vende caffe' e ciambelle nell'ambito di un'operazione in contante e azioni.

Il colosso dei fast food ha ottenuto impegni per 12,5 miliardi di dollari di finanziamenti per la parte in contante dell'accordo da un gruppo di investitori che include anche JPMorgan e Wells Fargo. Il finanziere miliardario Warren Buffett, numero uno di Berkshire Hathaway, aiutera' Burger King a rilevare la societa' canadese impegnandosi a versare un finanziamento da 3 miliardi di dollari in titoli privilegiati.

Come si legge in una nota, la nuova societa' avra' sede in Canada e, alla chiusura dell'operazione, entrambi i marchi continueranno a essere gestiti in modo indipendente, pur beneficiando della scala globale e delle pratiche aziendali che verranno dalla comune proprieta'.

A24-Ars

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech