domenica 04 dicembre | 02:59
pubblicato il 21/nov/2014 14:24

Draghi vede nubi su ripresa: "Agiremo contro bassa inflazione"

Bisogna evitare che debolezza prezzi si propaghi

Draghi vede nubi su ripresa: "Agiremo contro bassa inflazione"

Roma, (askanews) - Mario Draghi lancia segnali sempre più forti sull'orientamento a rafforzare le misure espansive della Bce. "Faremo quel che dobbiamo per far risalire il più rapidamente possibile l'inflazione", ha detto durante un convegno a Francoforte.

La situazione economica resta "fragile" e le indagini suggeriscono che nei prossimi mesi un rafforzamento della ripresa appare "improbabile".

L'istituzione vuole un livello di inflazione inferiore ma vicino al 2 per cento. Invece da molti mesi nell'area euro si attesta a valori da "zero virgola". Bisogna evitare "senza indugi" che questa debolezza "si propaghi" e per questo nei mesi scorsi è partito un piano di acquisti di titoli finanziari. Se non dovesse bastare l'istituzione è pronta a fare altro, ha ribadito Draghi.

Segnali che sembrano presagire una manovra di Quantitative Easing più aggressiva e che hanno innescato reazioni dei mercati: le Borse hanno accelerato i rialzi mentre l'euro è tornato a cedere terreno, riportandosi sotto quota 1,25 sul dollaro.

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari