martedì 17 gennaio | 01:51
pubblicato il 07/nov/2013 15:34

Draghi: taglio tassi favorito da bassa inflazione. Non c'e' deflazione

(ASCA) - Roma, 7 nov - Sulla decisione odierna della Bce di tagliare il costo del denaro allo 0,25% ha influito il calo dell'inflazione dell'Eurozona. ''Fin dallo scorso mese avevamo considerato significativi i dati dell'inflazione'' in flessione, ha spiegato Draghi, ricordando come la Bce preveda ''un prolungato periodo di bassa inflazione''. Ad ottobre la stima preliminare di Eurostat ha calcolato l'inflazione in calo allo 0,7%. ''Ma non vediamo segnali di deflazione'' ha rassicurato il numero uno dell'Eurotower.

men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello