venerdì 02 dicembre | 23:31
pubblicato il 10/gen/2013 14:58

Draghi: sui tassi decisione unanime. Buone ragioni per lasciarli fermi

(ASCA) - Roma, 10 gen - ''La decisione e' stata unanime'', cosi' Mario Draghi, presidente della Bce, rispondendo, nel corso della conferenza, a una domanda sulla scelta odierna del Governing Council dell'Eurotower di lasciare i tassi fermi allo 0,75%. Nella riunione precedente, quella di dicembre, si era invece anche discusso di abbassare ulteriormente il costo del denaro.

''Lasciatemi spiegare il perche' della decisione odierna.

Se si guarda allo scenario degli ultimi sei mesi possiamo notare diversi segni di stabilizzazzione'', ha continuato il presidente.

''I rendimenti sui titoli di stato e Cds sono molto piu' bassi di prima, le borse azionarie sono risalite, c'e' stato un significativo afflusso di capitali nell'Eurozona, i depositi bancari nei paesi periferici sono tornati a salire, la frammentazione dei mercati finanziari dell'eurozone si sta gradualmente riducendo. Ma tutto cio' non trova ancora riscontro nell'economia reale'' ha detto il numero uno dell'Eurotower.

men/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari