lunedì 23 gennaio | 13:50
pubblicato il 26/feb/2011 12:01

Draghi/ Salari giovani fermi da 10 anni, sotto livelli anni '80

Tasso disoccupazione a 30%. "Minima mobilità, massima precarietà"

Draghi/ Salari giovani fermi da 10 anni, sotto livelli anni '80

Verona, 26 feb. (askanews) - I salari di ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, in termini reali, "sono fermi da oltre un decennio sui livelli al di sotto di quelli degli anni Ottanta" e il tasso di disoccupazione giovanile sfiora il 30%. Il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, dal Forex di Verona lancia l'allarme sui giovani e sul mercato del lavoro italiano. Secondo Draghi "la recessione ha reso più difficile la situazione. Si accentua la dipendenza, già elevata nel confronto internazionale, dalla ricchezza e dal reddito dei genitori, un fattore di forte iniquità sociale. Vi contribuisce fortemente la segmentazione del mercato del lavoro italiano, dove vige il minimo di mobilità a un estremo, il massimo di precarietà dall'altro. E' uno spreco di risorse che avvilisce i giovani e intacca gravemente l'efficienza del sistema produttivo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Borsa
Borsa, Piazza Affari piatta a metà mattinata. Ftse Mib -0,08%
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4