sabato 25 febbraio | 04:22
pubblicato il 04/set/2014 19:00

Draghi punta a riportare il bilancio Bce sopra i 3mila miliardi

(ASCA) - Roma, 4 set 2014 - Mario Draghi usa il bazooka per rivitalizzare l'economia dell'area euro con una politica monetaria aggressiva. Con il taglio a sorpresa dei tassi di interesse e l'avvio dell'acquisto di Abs e covered bond, insieme ai finanziamenti Tltro che scattano a meta' settembre, l'Eurotower torna a praticare in concreto una politica monetaria molto espansiva. Il presidente Mario Draghi annunciando le misure decise oggi ha sottolineato che avranno un ''impatto rilevante sul bilancio'' della Bce.

Draghi non ha indicato target ma ha rivelato che gli attivi della Bce torneranno ai livelli della primavera del 2012. Il bilancio della Bce ha toccato il massimo storico nel giugno del 2012 raggiungendo i 3.100 miliardi di euro. In poco piu' di anno la Bce per scongiurare la disgregazione dell'euro aveva pompato liquidita' sui mercati, soprattutto con i Ltro alle banche per acquistare titoli di Stato, ampliando il bilancio da 1.890 a 3.100 miliardi di euro.

Rientrata la crisi dell'euro, il bilancio dell'Eurotower e' stato sottoposto a cura dimagrante tornando intorno ai 2 mila miliardi di attivi, livello sul quale oscilla da inizio anno.

Adesso non c'e' piu' l'euro da salvare ma a Francoforte e' scattato l'allarme deflazione e la Bce gia' da giugno ha predisposto il bazooka. Con i finanziamenti Tltro fino a mille miliardi di euro in otto tranche ogni trimestre e il piano di acquisti di Abs e covered bond gia' si raggiunge il livello record dell'attivo Bce da 3.100 miliardi. Se poi dovessero arrivare le operazioni di Quantitative Easing il bilancio e' destinato ad ampliarsi ulteriormente. Per dare un metro delle dimensioni del bilancio dell'Eurotower, oggi e' pari a circa il 21% del pil dell'area euro, ma nel giugno del 2012 ha raggiunto il 34% del prodotto interno lordo del club di Eurolandia, superando anche quello della Federal Reserve. La Fed nel 2012 presentva attivi per 2.930 miliardi di dollari, pari al 19,5% del pil americano ma con l'avvio delle operazione quantitative easing ha allargato il bilancio fino a portarlo al massimo di 4.200 miliardi del marzo scorso, equivalente al 28,6% del pil a stelle strisce. E sul totale degli asset nel portafoglio della Fed ben 2.400 miliardi di dollari sono Treasury Bond, i titoli di Stato americani.

did/dsk

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech