venerdì 24 febbraio | 09:57
pubblicato il 02/mag/2016 16:18

Draghi: incertezze su futuro Ue frenano consumi e investimenti

Tassi bassi sono il sintomo dei problemi, non la causa

Draghi: incertezze su futuro Ue frenano consumi e investimenti

Roma, 2 mag. (askanews) - Il persistere di dubbi sul futuro dell'Unione europea "contribuisce senza dubbio ad alimentare l'incertezza di persone e imprese", ha avvertito il presidente della Bce Mario Draghi. Queste incertezze "frenano consumi e investimenti" e "rimuoverle aiuterà il rilancio".

Ma questo richiede riforme struturali a livello di Unione europea. E "per tutti coloro che vogliono veder tornare i tassi ad un livello più normale, questa è una parte essenziale delle soluzione", ha proseguito.

Nel corso di un convegno a Francoforte della Asian Development bank, Draghi ha infatti ricordato che i bassi tassi di interesse tenuti dalla Bce e dalle banche centrali "sono un sintomo" e non una causa dei mali dell'economia. Le istituzioni cercano infatti tramite questa leva di rilanciare l'attività e l'inflazione, caduta a livellui eccessivamente bassi.

Ma da sole queste misure monetarie non possono incidere sui problemi di fondo e di lungo perdio, che richiedono appunto riforme strutturali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech