giovedì 08 dicembre | 01:40
pubblicato il 17/nov/2014 16:56

Draghi: disoccupazione giovani socialmente inaccettabile

Ma non è colpa dell'euro se area cresce poco

Draghi: disoccupazione giovani socialmente inaccettabile

Roma, 17 nov. (askanews) - La disoccupazione nell'area euro è a livelli inaccettabilmente alti" e per i giovani è a valori "socialmente inaccettabili", ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, durante una audizione al Parlamento europeo. "Siamo tutti d'accordo sul fatto che l'area euro debba crescere di più".

Tuttavia Draghi ha contestato che la mancata crescita sia dovuta all'euro stesso. "Se guardiamo agli ultimi dati trimestrali vediamo che 14 paesi mostrano tassi di crescita, tra il 2 e il 4 per cento su base annua. Due paesi sono in recessione - ha notato il capo della Bce - e due sono in stagnazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni