venerdì 20 gennaio | 19:56
pubblicato il 17/nov/2014 16:56

Draghi: disoccupazione giovani socialmente inaccettabile

Ma non è colpa dell'euro se area cresce poco

Draghi: disoccupazione giovani socialmente inaccettabile

Roma, 17 nov. (askanews) - La disoccupazione nell'area euro è a livelli inaccettabilmente alti" e per i giovani è a valori "socialmente inaccettabili", ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, durante una audizione al Parlamento europeo. "Siamo tutti d'accordo sul fatto che l'area euro debba crescere di più".

Tuttavia Draghi ha contestato che la mancata crescita sia dovuta all'euro stesso. "Se guardiamo agli ultimi dati trimestrali vediamo che 14 paesi mostrano tassi di crescita, tra il 2 e il 4 per cento su base annua. Due paesi sono in recessione - ha notato il capo della Bce - e due sono in stagnazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4