mercoledì 18 gennaio | 13:38
pubblicato il 07/ago/2014 18:57

Draghi all'Italia: burocrazia e tasse scoraggiano investimenti

(ASCA) - Roma, 7 ago 2014 - L'Italia non cresce perche' la sua burocrazia scoraggia gli investimenti. E non basta cercare di rilanciare consumi o credito se poi un giovane (magari disoccupato) che voglia aprire una attivita' deve aspettare nove mesi. "Se uno non puo' aprire un negozio non serve a nulla dargli piu' credito, non ha senso". La conferenza stampa di inizio mese del presidente Bce Mario Draghi, che nelle attese degli analisti non doveva riservare novita' di rilievo, ha finito per trasformarsi in un forte richiamo alla Penisola. A innescare il monito di Draghi e' stata una domanda di una giornalista del Financial Times, cui sono seguite altre di giornalisti italiani e stranieri. "Una delle componenti della bassa crescita in Italia e' nei bassi investimenti", ha detto il capo della Bce. E "se ci chiediamo il perche', non e' certo il costo dei capitali: la prima risposta e' nella domanda ma la seconda ha a che fare con la generale incertezza che circonda le riforme. E' un fattore importante che scoraggia gli investimenti". "Ci sono storie di investitori che vorrebbero creare fabbriche e posti di lavoro", ma che rinunciano a causa delle innumerevoli autorizzazioni e mesi necessari. E le tasse sono troppo alte. "Parliamo della parte del mondo dove le tasse sono le piu' alte e questi paesi - ha detto Draghi in riferimento anche all'Italia - sono quelli con le tasse piu' alte". Posto che gli sforzi gia' fatti per risanare i conti non vanno vanificati, le manovre di bilancio non devono ostacolare la crescita, e quindi cercare di ridurre il peso del fisco magari in parallelo a riduzioni della spesa pubblica. E poi, o forse soprattutto, servono riforme strutturali. Draghi e' tornato alla carica su un tema su cui ha recentemente lanciato la proposta di creare un coordinamento comune delle politiche in Europa, sulla falsariga di quello che gia' c'e' per le politiche economiche. Questo richiede che i Paesi accettino di perdere altra sovranita'. Voz

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa