venerdì 02 dicembre | 19:55
pubblicato il 24/ott/2014 15:34

Domenica 26 ottobre alle 12 "ora della verità" su banche europee

Bce pubblica dati, poi conferenza stampa su analisi bilanci

Domenica 26 ottobre alle 12 "ora della verità" su banche europee

Roma, 24 ott. (askanews) - Domenica 26 ottobre a mezzogiorno sarà l'ora della verità per le banche europee: la Bce rivelerà i risultati della analisi approfondita e degli stress test che per mesi ha condotto sui bilanci degli istituti di credito. L'istituzione centrale, che a inizio novembre proprio a seguito di questa operazione di trasparenza assumerà la vigilanza centralizzata sulle banche, pubblicherà i risultati del "Comprehensive Assesment" sul proprio sito internet, sia su base aggregata sia per le singole banche. Successivamente le autorità nazionali - la Banca d'Italia nella Penisola - e le stesse banche dirameranno dati più completi e specifici.

In pratica i bilanci di 131 banche, che rappresentano oltre l'85 per cento degli attivi nel settore, sono stati passati ai raggi X in base a quanto vi risultava a dicembre 2013. Innanzitutto per verificare che i livelli patrimoniali risultassero allineati ad una soglia ritenuta prudenziale (l'8 per cento delle attività ponderate per il rischio) e successivamente, anche tenuto conto di questa consistenza patrimoniale "certificata", con delle simulazioni per mettere alla prova l'effettiva tenuta dei bilanci. Utilizzando due scenari, uno di base e un altro invece particolarmente negativo (con recessione economica e tensioni di mercato). Nel secondo caso la soglia da rispettare è più bassa (5,5%).

Le banche che non dovessero disporre di patrimoni sufficienti a raggiungere queste soglie si vedranno quindi mettere nero su bianco le relative carenze di capitale, gli "shortfall". Subito dopo l'ondata di dati - e oltre che dall'Eurotower i risultati degli stress test saranno pubblicati anche dall'Eba di Londra - alle 12 e 30 a Francoforte il vicepresidente della Bce, Victor Constancio, terrà una conferenza stampa esplicativa, assieme alla presidente del comitato di vigilanza Danièle Nouy, con una sessione di domande e risposte con i giornalisti presenti.

Alle 13 a Roma la Banca d'Italia terrà a sua volta un incontro con la stampa. Rilevante è soprattutto il fatto che i risultati forniti dall'istituzione di Via Nazionale verranno aggiornati con le misure di rafforzamento patrimoniale che le banche hanno già operato, invece di essere fermi al dicembre 2013 come nel caso dei dati Bce. A quel punto i tecnici delle sale di trading e gli analisti avranno molte ore per studiare e digerire i dati. Un ampio anticipo, scelto non a caso dalle autorità prima delle aperture dei mercati borsistici europei, tutti attorno alle 9 del mattino di lunedì 28. Gli scambi di lunedì in Borsa saranno forse l'ultimo voto in pagella per "promosse e bocciate" di questo Comprehensive Assesment.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Censis
Censis: ko economico giovani,più poveri di coetanei di 25 anni fa
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari