sabato 10 dicembre | 16:28
pubblicato il 06/lug/2011 20:34

Dl sviluppo/ Governo chiede la fiducia in Senato

Verso via libera definitivo di palazzo Madama domani

Dl sviluppo/ Governo chiede la fiducia in Senato

Roma, 6 lug. (askanews) - Il governo ha posto la questione di fiducia in Aula al Senato sul dl sviluppo nello stesso testo licenziato dalla Camera. Con il voto sulla fiducia che dovrebbe essere domani il decreto sarà approvato in via definitiva da palazzo Madama in seconda lettura. Il provvedimento deve essere convertito in legge, pena la decadenza, entro il 13 luglio. La fiducia è stata posta dal ministro per i Rapporti con il parlamento Elio Vito. Tra le misure del dl ci sono i paletti sulle ipoteche e gli espropri sulla prima casa oltreché sulle ganasce fiscali; il bonus per gli investimenti al Sud; la stretta sullo 'ius variandi' delle banche, la rinegoziazione dei mutui; le disposizioni sui precari della scuola, la soppressione delle norme che istituivano il diritto di superficie per 20 anni sulle spiagge; il credito d'imposta per il lavoro nel Mezzogiorno e per la ricerca.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina