venerdì 20 gennaio | 15:35
pubblicato il 06/lug/2011 20:34

Dl sviluppo/ Governo chiede la fiducia in Senato

Verso via libera definitivo di palazzo Madama domani

Dl sviluppo/ Governo chiede la fiducia in Senato

Roma, 6 lug. (askanews) - Il governo ha posto la questione di fiducia in Aula al Senato sul dl sviluppo nello stesso testo licenziato dalla Camera. Con il voto sulla fiducia che dovrebbe essere domani il decreto sarà approvato in via definitiva da palazzo Madama in seconda lettura. Il provvedimento deve essere convertito in legge, pena la decadenza, entro il 13 luglio. La fiducia è stata posta dal ministro per i Rapporti con il parlamento Elio Vito. Tra le misure del dl ci sono i paletti sulle ipoteche e gli espropri sulla prima casa oltreché sulle ganasce fiscali; il bonus per gli investimenti al Sud; la stretta sullo 'ius variandi' delle banche, la rinegoziazione dei mutui; le disposizioni sui precari della scuola, la soppressione delle norme che istituivano il diritto di superficie per 20 anni sulle spiagge; il credito d'imposta per il lavoro nel Mezzogiorno e per la ricerca.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"