domenica 19 febbraio | 21:02
pubblicato il 04/ago/2014 15:01

Dl P.A., Uil: stop a pensionamenti scuola e' grottesco

Foccillo: riforme si fanno coinvolgendo le parti sociali (ASCA) - Roma, 4 ago 2014 - "La vicenda che sta interessando la pensione dei professori contenuta nel decreto sulla riforma della P.A. ha del grottesco e del paradossale. Non si puo' scherzare con la vita delle persone". Lo sottolinea Antonio Foccillo, segretario confederale Uil, commentando lo stop del governo alle norme del decreto P.A.che sbloccavano 4mila pensionamenti nelle scuole. "Prima si ammette, per questi lavoratori, l'errore contenuto nella legge Fornero, riconoscendo, dunque, il diritto e proponendo la possibilita' di poter finalmente farli andare in pensione, adesso - rileva Foccillo - il governo si tira indietro perche' non ci sarebbe la copertura necessaria e, quindi, si ritorna al passato. Se non fossero cose serie si potrebbe dire dilettanti allo sbaraglio. Noi chiediamo che finalmente si metta fine alla vicenda e si possa permettere anche ai professori di andare legittimamente in pensione".

"Per questo abbiamo sempre sostenuto che le riforme, quando sono tali, si fanno con il dovuto tempo e soprattutto coinvolgendo le rappresentanze sociali, in modo da evitare queste brutte figure", conclude il diregente Uil.

Red/Rbr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia