sabato 10 dicembre | 21:25
pubblicato il 17/feb/2014 18:02

Divorziare costa, in 610mila pagano ancora mutuo casa coniugale

Dopo la separazione le condizioni economiche peggiorano

Divorziare costa, in 610mila pagano ancora mutuo casa coniugale

Roma (askanews) - Mai come in tempi di crisi economica separarsi non è un buon affare. Questa è la sintesi dell'indagine condotta per Immobiliare.it dall'Istituto di ricerca Demoskopea che ha intervistato un campione rappresentativo dei circa 2.700.000 divorziati e separati italiani per evidenziare le conseguenze che una separazione ha sull'economia personale, con un'attenzione particolare all'argomento casa, elemento cardine attorno a cui ruota la vita della famiglia. Ebbene, complessivamente in Italia 610.000 divorziati stanno ancora pagando le rate del mutuo ottenuto per comprare la casa coniugale che, almeno la metà, avranno dovuto abbandonare.E' dura anche rifarsi se non una vita, la casa. Dopo la fine del matrimonio più della metà delle persone prova a chiedere un nuovo mutuo alle banche ma quasi la metà di loro si è visto negare la concessione. In definitiva, il 42,2% dei divorziati denuncia una condizione economica peggiorata dopo la separazione.

Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina