domenica 26 febbraio | 23:13
pubblicato il 17/feb/2014 18:02

Divorziare costa, in 610mila pagano ancora mutuo casa coniugale

Dopo la separazione le condizioni economiche peggiorano

Divorziare costa, in 610mila pagano ancora mutuo casa coniugale

Roma (askanews) - Mai come in tempi di crisi economica separarsi non è un buon affare. Questa è la sintesi dell'indagine condotta per Immobiliare.it dall'Istituto di ricerca Demoskopea che ha intervistato un campione rappresentativo dei circa 2.700.000 divorziati e separati italiani per evidenziare le conseguenze che una separazione ha sull'economia personale, con un'attenzione particolare all'argomento casa, elemento cardine attorno a cui ruota la vita della famiglia. Ebbene, complessivamente in Italia 610.000 divorziati stanno ancora pagando le rate del mutuo ottenuto per comprare la casa coniugale che, almeno la metà, avranno dovuto abbandonare.E' dura anche rifarsi se non una vita, la casa. Dopo la fine del matrimonio più della metà delle persone prova a chiedere un nuovo mutuo alle banche ma quasi la metà di loro si è visto negare la concessione. In definitiva, il 42,2% dei divorziati denuncia una condizione economica peggiorata dopo la separazione.

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech