lunedì 05 dicembre | 18:06
pubblicato il 24/lug/2013 12:31

Difesa: Ue, partenariato strategico per cluster pmi

Difesa: Ue, partenariato strategico per cluster pmi

(ASCA) - Bruxelles, 24 lug - Procedere a certificati industriali comuni, una semplificazione procedurale e normativa, e costruire un sistema di accesso al credito agevolato per le imprese del settore. Queste le proposte della Commissione europea contenute nella comunicazione per il rafforzamento della sicurezza e della difesa comuni europee presentate oggi a Bruxelles. Al fine di accrescere la competitivita' dell'industria europea in questo comparto, l'esecutivo comunitario intende sviluppare una politica industriale della difesa basata su due assi principali: sostegno alla competitivita' e sostegno alle piccole e medie imprese. Per il primo asse si pensa all'elaborazione di ''norme ibride a vantaggio dei mercati della sicurezza e della difesa'' e alle possibilita' per sviluppare ''un sistema europeo di certificazione per l'aeronavigabilita' militare''. Quanto al secondo asse, si punta allo ''sviluppo di un partenariato strategico europeo dei cluster per consentire collegamenti con altri cluster e sostenere le pmi legate alla difesa nel contesto della concorrenza globale''.

In questo modo, assicura la Commissione Ue, gli Stati membri ''risparmieranno tempo e denaro'' attraverso una certificazione e norme europee, il sostegno ai cluster, la specializzazione dei ruoli, la ricerca e gli appalti congiunti, una maggiore efficienza energetica degli eserciti e l'uso efficiente delle infrastrutture spaziali. Le imprese, comprese le pmi, ''trarranno benefici'' da un migliore accesso ad altri mercati, all'interno o all'esterno dell'UE, economie di scala attraverso una maggiore standardizzazione e certificazione e un accesso piu' agevole ai finanziamenti dell'Ue. I contribuenti europei, infine, ''beneficeranno'' di spese per la difesa piu' efficienti, minori sovrapposizioni tra ricerca e sviluppo civile e militare, un uso piu' efficiente delle infrastrutture spaziali, mentre l'ambiente beneficera' dell'impronta energetica ridotta delle forze armate europee.

bne/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari