venerdì 02 dicembre | 19:57
pubblicato il 28/set/2016 11:32

Deutsche Bank, Die Zeit: governo studia aiuti su maxi multa Usa

Nel caso in cui Banca non riuscisse a raccogliere fondi su mercato

Roma, 28 set. (askanews) - A dispetto delle smentite ufficiali, secondo il settimanale Die Zeit il governo della Germania starebbe preparando un piano di emergenza per eventuali aiuti a favore di Deutsche Bank. Verrebbe fatto scattare nel caso in cui la banca non dovesse riuscire a raccogliere sui mercati i fondi necessari a pagare una maxi multa pretesa dalle autorità americane, che ad oggi hanno chiesto 14 miliardi di dollari su un contenzioso che risale al 2008.

Secondo Cnbc, la banca interpellata su queste speculazioni ha risposto rinviando all'intervista rilasciata dall'amministratore delegato John Cryan al quotidiano Bild, pubblicata proprio oggi e in cui il manager assicura che l'istituto non ha bisogno di aiuti.

Negli scambi di metà seduta il titolo Deutsche Bank sale del 2,51 per cento a 10,82 euro, recuperando solo parte di quanto perso con le pesanti cadute delle due precedenti sessioni.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Censis
Censis: ko economico giovani,più poveri di coetanei di 25 anni fa
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari