lunedì 27 febbraio | 14:57
pubblicato il 04/feb/2013 13:32

Derivati: giudici, banche complici di truffa al Comune di Milano

(ASCA) - Milano, 4 feb - Quattro banche internazionali che hanno sottoscritto i contratti derivati con il Comune di Milano si sono resi ''complici'' della truffa realizzata i danni di Palazzo Marino, e lo hanno fatto attraverso ''una politica di assoluta condivisione e copertura aziendale''. Lo scrivono i giudici della quarta sezione penale di Milano nelle motivazioni della sentenza che ha condannato quattro istituti di credito stranieri (Deutsche Bank, Ubs, Jp Morgan e Depfa) per truffa aggravata nell'ambito dell'operazione derivati realizzata con il Comune di Milano.

Secondo il giudice monocratico Oscar Magi, ''i contratti in questione hanno sicuramente avuto l'avallo da parte dei massimi dirigenti delle societa', attesa la rigida gerarchizzazione esistente negli istituti bancari''. Tanto e' vero che i contratti-truffa ''sono stati controfirmati dai principali rappresentanti degli istituti bancari'', e proprio per questo ''appare irrealistico non pensare che vi sia stata una politica di assoluta condivisione e copertura aziendale'' della truffa. In pratica, da parte del management dei quattro istituti bancari c'era ''l'assoluta consapevolezza dell'esistenza di margini di guadagno non comunicati alla controparte'', cioe' il Comune di Milano.

Le banche che hanno sottoscritto contratti derivati con Palazzo Marino hanno assunto il ruolo di ''persona giuridica che risulta in un certo senso ispiratrice e complice dei comportamenti delittuosi tenuti e dunque responsabile'' di reati compiuti dai suoi dipendenti: persone fisiche che secondo il giudice Magi ''si sono in qualche modo sentiti costretti ad agire nell'interesse patrimoniale dell'ente al fine di contribuire in modo rilevante alla formazione dei profitti''. Per il giudice Magi, si tratta di ''condotte delittuose'' che rientrano all'interno di un ''piu' generale contesto di un omogenea e condivisa politica di impresa''.

fcz/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Lavoro
Lavoro, Camusso: su data referendum tutto tace
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech