lunedì 27 febbraio | 00:49
pubblicato il 17/set/2014 16:48

Delega lavoro, Cna: bene l'emendamento del governo

Con attuazione sara' facilitato l'ingresso nel mercato del lavoro (ASCA) - Roma, 17 set 2014 - Positiva reazione della Cna alla riformulazione dell'articolo 4 del Jobs act. "La semplificazione delle tante forme contrattuali e l'introduzione di un contratto unico a tutele crescenti, a tempo indeterminato e valido solo per le nuove assunzioni, rappresenta una soluzione equilibrata fra la tutela della garanzie in favore dei lavoratori e la flessibilita' necessaria ad affrontare l'attuale fase recessiva", ha commentato Sergio Silvestrini, segretario generale della Cna.

"Condividiamo che la definizione di un compenso orario minimo sia limitata ai soli contratti non sottoscritti dalle organizzazioni sindacali e datoriali piu' rappresentative sul piano nazionale" aggiunge Silvestrini. "Questo riconosce appieno l'autonomia contrattuale delle parti sociali piu' rilevanti nel definire i livelli salariali." "Se il Parlamento ed il Governo sapranno dare rapida attuazione ai provvedimenti contenuti nel Jobs act - conclude il Silvestrini- sara' facilitato l'ingresso di nuovi lavoratori nel mercato e, contestualmente, mantenuti gli attuali livelli occupazionali".

red-cip

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech