domenica 22 gennaio | 16:08
pubblicato il 26/set/2014 14:47

*Delega lavoro, Camusso: prendere o lasciare? No nuovi dualismi

"Auspichiamo si possa riprendere cammino unitario" con Cisl e Uil (ASCA) - Roma, 26 set 2014 - Per la Cgil non puo' esistere un "prendere o lasciare" sulla delega lavoro, perche' questa impostazione darebbe vita a un "nuovo dualismo" tra governo e sindacati di cui non ce ne e' bisogno. Lo ha sottolineato il leader della Cgil, Susanna Camusso, a margine di un convegno al Cnel.

"E' strano sostenere che rispetto a una legge delega, che ha un suo lungo percorso di attuazione - ha affermato - si possa dire 'prendere o lasciare'. Ci pare che il tema dell'unificazione del mercato del lavoro sia molto importante e che non si puo' fare creando nuovi dualismi".

Camusso ha poi auspicato che su questo tema, cosi' come sul fisco e le pensioni, si possa riprendere un percorso unitario con Cisl e Uil. "Ci auguriamo - ha aggiunto - che si riprenda un cammino unitario".

(Segue) Vis/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4