sabato 03 dicembre | 18:38
pubblicato il 26/set/2014 14:47

*Delega lavoro, Camusso: prendere o lasciare? No nuovi dualismi

"Auspichiamo si possa riprendere cammino unitario" con Cisl e Uil (ASCA) - Roma, 26 set 2014 - Per la Cgil non puo' esistere un "prendere o lasciare" sulla delega lavoro, perche' questa impostazione darebbe vita a un "nuovo dualismo" tra governo e sindacati di cui non ce ne e' bisogno. Lo ha sottolineato il leader della Cgil, Susanna Camusso, a margine di un convegno al Cnel.

"E' strano sostenere che rispetto a una legge delega, che ha un suo lungo percorso di attuazione - ha affermato - si possa dire 'prendere o lasciare'. Ci pare che il tema dell'unificazione del mercato del lavoro sia molto importante e che non si puo' fare creando nuovi dualismi".

Camusso ha poi auspicato che su questo tema, cosi' come sul fisco e le pensioni, si possa riprendere un percorso unitario con Cisl e Uil. "Ci auguriamo - ha aggiunto - che si riprenda un cammino unitario".

(Segue) Vis/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari