domenica 19 febbraio | 18:03
pubblicato il 24/set/2014 18:57

Delega lavoro, al via esame Aula Senato, voto prossima settimana

Presentati quasi 700 emendamenti, sette dalle minoranze Pd (ASCA) - Roma, 24 set 2014 - E' cominciata nell'Aula del Senato la discussione generale sulla delega sul lavoro. A prendere la parola il relatore nonche' presidente della commissione Lavoro di Palazzo Madama, Maurizio Sacconi (Ncd). Le votazioni sul provvedimento dovrebbero cominciare la prossima settimana solo dopo la direzione del Pd, dove il partito dovra' fare chiarezza sulle novita' inserite nella delega durante il lavoro della commissione, a partire dalla previsione del contratto a tutele crescenti e dalla possibilita' di modificare lo Statuto dei lavoratori compreso l'articolo 18. Il premier Matteo Renzi, dagli Stati Uniti, e' tornato a difendere le novita' contestate dalle minoranze del partito democratico (che hanno presentato sette emendamenti) sostenendo che la riforma del lavoro "non e' piu' rinviabile: lunedi' presento la mia idea, ci sara' il dibattito, ma poi si decide e si va avanti tutti insieme". Gli emendamenti presentati per l'esame dell'Aula sono 689: una trentina dal Pd (compresi i sette delle minoranze), nessuno da Ncd e nove da Scelta civica. La maggior parte arriva dalle opposizioni (353 di Sel, mentre Forza Italia e Lega hanno presentato entrambi 48 emendamenti).

Cos

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia