domenica 19 febbraio | 15:39
pubblicato il 20/set/2013 14:38

Def: stime Pil riviste a -1,7% nel 2013 e +1% nel 2014

(ASCA) - Roma, 20 set - Il Prodotto Interno Lordo per l'anno 2013 e' stimato in riduzione dell'1,7 per cento rispetto al 2012 (-1,3 per cento la stima precedente); tenuto conto delle riforme adottate in passato e delle recenti iniziative tese a supportare la ripresa, per il 2014 e il 2015 viene prefigurata una crescita pari all'1,0 e all'1,7 per cento, rispettivamente. E' quanto si legge nel comunicato di Palazzo Chigi sulla Nota di variazione al Def, esaminata oggi dal Consiglio dei ministri, nella quale sono riviste al ribasso le stime inerenti al Pil. Nella nota si spiega quindi: ''Nel corso di una recessione senza precedenti nella sua storia, l'Italia ha perso piu' di 8 punti percentuali di PIL. Negli ultimi mesi il Governo ha sostenuto la ripresa dell'attivita' economica attraverso varie iniziative: l'accelerazione dei pagamenti della Pubblica Amministrazione, volta a iniettare liquidita' e allentare la morsa sul credito; l'intervento sul costo del lavoro per i giovani; le varie iniziative a sostegno del settore delle costruzioni e delle infrastrutture, che negli ultimi anni ha visto ridursi drasticamente il proprio prodotto; varie iniziative per migliorare la qualita' della spesa pubblica e dare supporto alla domanda interna''.

sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia