domenica 11 dicembre | 15:12
pubblicato il 22/apr/2013 16:39

Def: Centrella (Ugl), serve solo a giustificare riforme inique

(ASCA) - Roma, 22 apr - ''Per l'Ugl il Def 2013 appare piu' utile a giustificare cio' che e' stato fatto fino ad oggi dal governo tecnico, ma che per la nostra Organizzazione e' assolutamente lontano dalla realta' perche' non tiene conto di enormi problemi''. Con queste parole il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, ha avviato il suo intervento nel corso dell'audizione a Camere riunite sul Documento di Economia e Finanza del 2013. Per il leader dell'Ugl ''il Def non tiene conto che il 9 per cento delle famiglie non ha risorse sufficienti per sopravvivere sei mesi al livello della linea di poverta', che le imprese chiudono anche per i ritardi del pagamento dei crediti da parte della P.A., che le banche non fanno piu' il loro mestiere e cioe' erogare credito. Non considera la situazione degli esodati e dei lavoratori cassaintegrati in deroga, la mancata contrattazione per i dipendenti del pubblico impiego, del necessario rilancio del Mezzogiorno, dei pochi servizi mirati all'infanzia e alla non autosufficienza''. ''Il Def parla molto di risparmi, - prosegue - ma non dice che sono stati possibili grazie al sacrificio degli stessi dipendenti pubblici. Esalta le riforme fatte senza tenere conto delle gravi conseguenze prodotte sia da quella delle pensioni e sia da quella del lavoro''.

Per Centrella ''la situazione del Paese e' grave ed e' tale da richiedere ben altre riforme. Perche' quello che manca in maniera molto evidente dal Def - conclude Centrella - e' cio' che si sarebbe dovuto fare: una vera riforma fiscale che introducesse il quoziente familiare, che riducesse la tassazione su lavoratori e imprese. Solo mettendo piu' soldi in tasca a lavoratori, pensionati e famiglie si potranno rimette in moto i consumi, quindi le produzioni e i posti di lavoro''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina