martedì 17 gennaio | 18:21
pubblicato il 08/apr/2016 15:49

Def, Bozza: per il 2016 prevista crescita all'1,2%

Il deficit in calo al 2,3% e il debito scende al 132,4%

Def, Bozza: per il 2016 prevista crescita all'1,2%

Roma, 8 apr. (askanews) - L'economia italiana nel 2016 crescerà a un tasso dell'1,2%, in accelerazione rispetto agli ultimi dodici mesi ma con un ritmo di espansione ridotto rispetto all'1,6% indicato dal governo l'autunno scorso. E' quanto prevede la bozza del Def che sarà all'esame del consiglio dei ministri.

Il contesto economico sempre più problematico, le spinte deflazionsitiche nell'area euro condizionano anche l'economia italiana ma il governo con il documento di economia e finanza conferma la strategia di rafforzamento della crescita potenziale, accompagnato dal consolidamento strutturale delle finenze pubbliche.

Le indicazioni contenute nel Def confermano quindi il progressivo miglioramento dei saldi di finanza pubblica. Nel 2015 il rapporto debito/Pil si è sostanzialmente stabilizzato; per il 2016 è prevista una discesa dal 132,7 al 132,4 per cento; per il 2019 si prevede un valore pari al 124,3 per cento.

L'inversione della dinamica del debito è un obiettivo strategico del Governo. Dopo aver raggiunto nel 2015 l'obiettivo prefissato di riduzione dell'indebitamento netto al 2,6 per cento del Pil, nel 2016 il disavanzo scenderà ulteriormente al 2,3 per cento. Negli anni successivi spazio di bilancio addizionale verrà generato da maggiori entrate e risparmi di spesa - realizzati mediante un ampliamento del processo di revisione della spesa. L'effetto congiunto di queste misure assicurerà la riduzione dell'indebitamento netto all'1,8 per cento del Pil nel 2017; negli anni successivi il saldo continuerà a migliorare fino a raggiungere un lieve surplus nel 2019.

L'azione di consolidamento delle finanze pubbliche beneficia dell'attuazione del programma di privatizzazioni di aziende e proprietà immobiliari dello Stato, uno strumento fondamentale per modernizzare le società partecipate e contribuire alla revisione della spesa.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa