domenica 04 dicembre | 00:44
pubblicato il 26/set/2014 16:37

*Debiti P.A., Ance: piu' di 1 impresa su 3 ha ridotto dipendenti

L'81% delle aziende registra ancora ritardi. Tempi medi 7 mesi (ASCA) - Roma, 26 set 2014 - Nel primo semestre dell'anno, l'81% delle imprese registra ancora ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione. A fronte del mancato pagamento della P.A., il 53% delle imprese ha ridotto gli investimenti previsti ed il 36% ha dovuto ridurre il numero dei dipendenti. Lo ha sottolineato l'Ance in audizione in commissione Ambiente alla Camera sullo Sblocca-Italia, spiegando che "nonostante le misure adottate dal governo, i ritardi di pagamento della pubblica amministrazione continuano a determinare una situazione di estrema sofferenza nel settore delle costruzioni, uno dei settori piu' colpiti dal fenomeno in Italia". "Le misure finora adottate dai vari governi - ha proseguito l'Ance - hanno avuto effetti positivi, ma ancora troppo limitati, sull'andamento dei ritardi di pagamento". Secondo le stime dell'Ance, infatti, circa 10 miliardi di euro di ritardati pagamenti, compresi quelli maturati nei primi mesi del 2014, rimangono ancora senza una soluzione ed i tempi medi di pagamento nei lavori pubblici rimangono molto elevati: circa 7 mesi.

Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari