domenica 19 febbraio | 22:45
pubblicato il 11/ott/2013 15:40

De Benedetti: investire in tecnologia per rimanere nel mercato

Sbagliato regalare soldi pubblici a cooperative

De Benedetti: investire in tecnologia per rimanere nel mercato

Pisa (askanews) - Il digitale non è solamente un nuovo mezzo, ma un nuovo universo che ha messo completamente in crisi ciò che lo precedeva. Una sfida che, in parte, l'editoria tradizionale ha dovuto cogliere per poter sopravvivere, facendo investimenti in tecnologia. Lo ha detto il patron del gruppo Espresso-REpubblica Carlo De Benedetti, nell'ambito dell'Internet Festival a Pisa. Con la qualità anche quello degli introiti pubblicitari per le testate online diventa un falso problema."La pubblicità è un mercato - ha spiegato - se il cliente che spende soldi in pubblicità ritiene utile spenderli su un giornale on-line è una sua libera scelta. Non dobbiamo chiedere sussidi, il mercato decide".In Italia, secondo l'ingegnere, esistono ancora anomalie incomprensibili, come quello delle cooperative."Per vendere 5mila copie - ha continuto De Benedetti - ricevono contributi di 3 milioni di euro dallo Stato. Questo è sbagliato e lo è ancora di più per un Paese alle pezze come il nostro. Che senso ha spendere denari pubblici in questa direzione? Non ha nessun senso".

Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia