sabato 03 dicembre | 23:29
pubblicato il 28/ott/2014 17:53

De Albertis: illegalità diffusa, i costruttori sono preoccupati

Il presidente di Assimpredil Ance: le regole sono saltate

De Albertis: illegalità diffusa, i costruttori sono preoccupati

Milano (askanews) - "Il nostro settore è seriamente preoccupato perché avvertiamo che le regole sono saltate e la presenza di un'illegalità diffusa che sta andando avanti, basi sulle quali si alimenta l'infiltrazione mafiosa". E' quanto ha denunciato Claudio De Albertis, presidente di Assimpredil Ance, l'associazione delle imprese edili e complementari operanti nelle province di Milano, Lodi e Monza, intervenuto al convegno "Espansione della criminalità organizzata nell'attività d'impresa al Nord" tenutosi alla Camera di commercio del capoluogo lombardo.

"Nel nostro mondo - ha proseguito De Albertis - c'è un'attenzione a parole, c'è una vera esondazione normativa di norme che si complicano sempre di più e ne si inventano di nuove ogni secondo: per esempio l'idea delle "white list" e "black list" poteva essere un'idea buona ma nella pratica è una questione abbastanza abortita nel momento in cui le stesse Prefetture sono in difficoltà nel gestire questi elenchi. Quindi il presupposto delle "white list", che era quello di consentitre alle aziende sane di avere conoscenza e informazione, alla fine viene meno e se non c'é conoscenza e informazione è difficile che l'economia sana resista".

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari