domenica 22 gennaio | 15:59
pubblicato il 22/set/2014 12:14

De Albertis (Ance): misure governo non bastano e non convincono

Milano, Brianza, Lodi, persi 60mila occupati in sei anni (ASCA) - Milano, 22 set 2014 - Nel settore dell'edilizia in provincia di Milano, di Lodi e in Brianza c'e' una situazione di "emergenza"; dal settembre 2008 ad oggi e' stata persa il 30 per cento della capacita' produttiva sia in termini di imprese sia di lavoratori, sono scomparse 3.500 imprese edili e usciti dal settore 60mila occupati. Lo ha detto il presidente di Assimpredil Ance Claudio De Albertis aprendo i lavori dell'Assemblea annuale dell'Associazione, che raggruppa le imprese di costruzione delle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza. Per De Albertis, "su un punto si puo' essere tutti concordi: se non riparte il settore delle costruzioni non riparte il Paese. Gli interventi tattici messi in campo dal governo e le misure assunte non bastano e non ci convincono".

Mda

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4