domenica 04 dicembre | 03:47
pubblicato il 22/set/2014 12:14

De Albertis (Ance): misure governo non bastano e non convincono

Milano, Brianza, Lodi, persi 60mila occupati in sei anni (ASCA) - Milano, 22 set 2014 - Nel settore dell'edilizia in provincia di Milano, di Lodi e in Brianza c'e' una situazione di "emergenza"; dal settembre 2008 ad oggi e' stata persa il 30 per cento della capacita' produttiva sia in termini di imprese sia di lavoratori, sono scomparse 3.500 imprese edili e usciti dal settore 60mila occupati. Lo ha detto il presidente di Assimpredil Ance Claudio De Albertis aprendo i lavori dell'Assemblea annuale dell'Associazione, che raggruppa le imprese di costruzione delle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza. Per De Albertis, "su un punto si puo' essere tutti concordi: se non riparte il settore delle costruzioni non riparte il Paese. Gli interventi tattici messi in campo dal governo e le misure assunte non bastano e non ci convincono".

Mda

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari