martedì 06 dicembre | 18:48
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Ddl stabilità/ Rischio slittamento lavori in Senato, nodo Comuni

Votazioni notturne per chiudere, ma ancora ostacoli. Domani Aula

Roma, 17 dic. (askanews) - Lavori a rilento in Senato sul ddl stabilità, frenati dalla questione Comuni, con il rischio di uno slittamento anche per l'approdo in Aula, previsto domani alle 10. La commissione Bilancio avrebbe dovuto chiudere l'esame del provvedimento in giornata, ma finora le votazioni sono andate avanti lentamente. Il principale nodo da sciogliere è il patto di stabilità interno, con i sindaci sulle barricate per cercare di ridurre i tagli alle amministrazioni comunali. Si andrà quindi avanti nella notte per cercare di concludere l'esame, ma c'è il rischio che il ritardo dei lavori in commissione possa causare uno slittamento anche per l'Aula. "Stiamo lavorando sulla partita dei Comuni - ha detto il relatore Giovanni Legnini (Pd) - per un ulteriore miglioramento nel senso indicato dai Comuni. Questo potrebbe comportare qualche ora di slittamento".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: verso una legge sull'enoturismo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni