venerdì 09 dicembre | 11:08
pubblicato il 10/ott/2011 21:13

Ddl stabilità/ Possibile rinvio, a studio prelievo baby pensioni

In Cdm entro il 20, prosegue braccio di ferro su tagli ministeri

Ddl stabilità/ Possibile rinvio, a studio prelievo baby pensioni

Roma, 10 ott. (askanews) - Potrebbe slittare il via libera in Consiglio dei ministri del ddl stabilità (la ex Finanziaria così come modificata dalla riforma del bilancio), la cui approvazione è prevista entro il 15 ottobre di ogni anno. Tra i motivi del possibile rinvio, a quanto si apprende, la necessità di approvare il provvedimento contemporaneamente al dl sviluppo (il cui varo è stato annunciato per il 19-20 ottobre) e il braccio di ferro tra il Tesoro e gli altri dicasteri sui tagli da 7 miliardi ai ministeri. Ancora, infatti, alla Rgs, dopo una settimana dalla scadenza del termine, non sono pervenute le proposte dei ministri sulla ripartizione della stretta. Tuttavia, domani si riunirà il pre-consiglio dei ministri e probabilmente potrà essere più chiara l'intenzione dell'esecutivo sul rispetto o meno sui tempi di approvazione del ddl stabilità. Sempre per domani è previsto al ministero dello Sviluppo economico un nuovo tavolo guidato dal ministro Paolo Romani, il coordinatore per il dl Sviluppo, sulle misure per la crescita. Ma anche oggi i ministri dell'Economia Giulio Tremonti e delle Riforme Umberto Bossi avrebbero confermato che si tratterà di un decreto a costo zero con misure per le liberalizzazioni e le semplificazioni. Resta ancora alta intanto la tensione nel Pdl sul condono, ipotesi lanciata dal capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto nei giorni scorsi, caldeggiata da buona parte del Pdl, ma stoppata ufficialmente dal governo. Invece, tra le ipotesi che potrebbero confluire nel ddl Stabilità ci sarebbe quella di introdurre un contributo di solidarietà sulle cosiddette baby pensioni. Un prelievo che potrebbe essere dell'1% su coloro che sono usciti dal lavoro con meno di 50 anni d'età. La misura toccherebbe in particolare i dipendenti pubblici. Nel provvedimento, inoltre, potrebbe rientrare anche la proroga per il 2012 della tassazione agevolata al 10% sui premi di produttività.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina