lunedì 16 gennaio | 18:56
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Ddl stabilità/ arriva la salva-precari e proroga blocco sfratti

Emendamento dei relatori in commissione Bilancio al Senato

Roma, 15 dic. (askanews) - Una proroga per salvare i precari della pubblica amministrazione con contratto in scadenza e un nuova proroga per il blocco degli sfratti. Sono le misure previste da un emendamento al ddl stabilità presentato dai relatori in commissione Bilancio al Senato. Intanto in Senato sono state approvate le misure salva-infrazioni. La commissione Bilancio ha dato via libera a un emendamento del governo per inserire nel ddl stabilità le misure necessarie per evitare sanzioni dall'Unione europea. Esame sospeso, invece, sul problema dell'adeguamento alle procedure europee per i contributi ai territori colpiti dal terremoto. "Sull'emendamento del governo - hanno detto i relatori Paolo Tancredi (Pdl) e Giovanni Legnini (Pd) - riguardante l'adeguamento alle procedure comunitarie dei contributi alle popolazioni colpite dal terremoto, in particolare Abruzzo, Marche e Umbria, si è deciso di sospenderne l'esame da parte della commissione Bilancio". "Una volta approvata - hanno aggiunto i relatori - la norma avrebbe causato, anche per i lavoratori dipendenti, forti decurtazioni sui salari a seguito di dovute restituzioni d'imposte. Perciò abbiamo deciso di invitare il governo a ulteriori riflessioni anche in sede europea". Via libera al rafforzamento dell'Agenzia per l'amministrazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata. D'ora in poi, in particolare, "i beni mobili sequestrati possono essere affidati dal tribunale in custodia giudiziale agli organi di polizia che ne facciano richiesta per l'impiego nelle attività istituzionali o per esigenze di polizia giudiziaria, ovvero possono essere affidati all'Agenzia, ad altri organi dello Stato, a enti pubblici non economici ed enti territoriali per finalità di giustizia, di protezione civile o di tutela ambientale". I beni mobili sequestrati potranno essere venduti anche se sono ancora sotto sequestro. Il tribunale, dopo 30 giorni, "se non deve provvedere alla revoca del sequestro e alle conseguenti restitutizioni, può destinare alla vendita i beni sottoposti a sequestro se gli stessi non possono essere amministrati senza pericolo di deterioramento o senza rilevante dispendio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Cambi
Sterlina a minimi dopo crollo ottobre, cala sotto 1,2 su dollaro
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello