martedì 06 dicembre | 21:26
pubblicato il 16/set/2014 12:00

Csc: Italia ancora in recessione, reagire subito

"Si può e si deve agire tempestivamente"

Csc: Italia ancora in recessione, reagire subito

Roma, 16 set. (askanews) - L'Italia è ancora in recessione. Per invertire la rotta è urgente reagire subito, partendo dalla legge di Stabilità e dalle riforme strutturali. A lanciare l'allarme crescita è il Centro Studi di Confindustria negli ultimi Scenari Economici. Nelle nuove stime il Csc prevede un Pil a -0,4% nel 2014 e a +0,5% nel 2015. Il risultato di quest'anno è "ormai compromesso" ma a rischio è quello del 2015. Ecco perchè, secondo gli economisti di viale dell'Astronomia, "si può e si deve agire tempestivamente con misure di rilancio della competitività e degli investimenti: i risultati arriverebbero rapidamente".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni