domenica 11 dicembre | 04:07
pubblicato il 01/dic/2011 11:44

Crisi/Luttwak:Italia può farcela se riduce debito di 400 miliardi

Monti fa il meglio possibile ma servono misure strutturali

Crisi/Luttwak:Italia può farcela se riduce debito di 400 miliardi

Venezia, 1 dic. (askanews) - Per l'Italia è cruciale riuscire a ridurre il debito pubblico di 400 miliardi dall'attuale livello di "1.900 miliardi, che è intollerabile e non gestibile". Lo afferma l'economista Edward Luttwak a margine dei 'Nobels Colloquia' in Venice 'Crisi degli Stati: crescita e debito nell'era della recessione' che si è aperto oggi a Venezia. "Ridurre il debito pubblico italiano - ha proseguito Luttwak - che è di 1.900 miliardi, di 400 miliardi, lo renderebbe gestibile". Luttwak ha espresso il suo parere sul neonato governo Monti. "Tutti pensano che sia il migliore possibile, un governo tecnocratico per affrontare la crisi, hanno un sostegno generico, non ho sentito nessuna critica. Magari non è perfetto ma sono appena arrivati, vediamo". La preoccupazione attorno all'Euro è forte e sul punto, l'economista americano ha spiegato: "La Grecia è prigioniera dell'Euro non è resa potente dall'Euro, è in catene e così anche l'Italia" . Tuttavia, per Luttwak l'Italia potrebbe avere più chance di rimanere nell'area euro. "Penso che la Grecia non ce la può fare - aggiunge - ma l'Italia può farcela se fanno misure drastiche a livello di stocks, diciamo che Mario Monti fa il meglio possibile a livello di flussi giorno per giorno. Poi c'è i fardello da ridurre, ossia i debito pubblico ma servono misure strutturali". Anche il debito pubblico americano è piuttosto elevato, tuttavia osserva ancora Luttwak "sono stati fatti mega-tagli. La prima manovra americana era l'equivalente italiana di circa 180 miliardi e la seconda 270 miliardi, gli Stati Uniti hanno un debito pubblico ma hanno anche un crescita - ha concluso - che l'Italia non ha".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina