sabato 03 dicembre | 20:53
pubblicato il 23/ott/2012 09:14

Crisi/Istat:Ultime settimane segni incoraggianti ma serve cautela

In una fase congiunturale incerta come l'attuale

Crisi/Istat:Ultime settimane segni incoraggianti ma serve cautela

Roma, 23 ott. (askanews) - Nelle "ultime settimane" sono emersi "ulteriori segnali incoraggianti" ma sui dati serve comunque cautela. A sottolinearlo l'Istat in un'audizione alla Camera sul ddl stabilità. Un mese fa, ha ricordato il presidente Enrico Giovannini, l'Istituto "segnalava come l'analisi della congiuntura rivelasse alcuni primi, seppur timidi, segnali positivi. Ulteriori segnali incoraggianti, ancorché non univoci, sono emersi anche nelle ultime settimane". Tuttavia, ha aggiunto Giovannini, "la cautela nell'intepretazione di questi dati è d'obbligo, vista la difficoltà a destagionalizzare, in una fase congiunturale incerta come l'attuale, i dati relativi al mese di agosto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari