sabato 10 dicembre | 22:10
pubblicato il 16/dic/2013 19:15

Crisi: Zanonato, vincerla puntando su Made in Italy e innovazione

(ASCA) - Assisi (Pg), 16 dic - ''I settori su cui puntare sono il made in Italy, brand che e' il secondo al mondo, e cio' vale per il cibo, la moda, la manifattura di alta qualita', ed ancora sulla ricerca e l'innovazione''. Cosi' il miniustro dell'economia Flavio Zanonato si e' espresso a proposito dei punti di forza dell'economia nazionali, capaci di contrastare la crisi, nel corso dell'intervento pronunciato all'assemblea annuale di Confindustria Umbria, in corso ad Assisi. ''Un altro terreno fondamentale - ha aggiunto - e' la dimensione monumentale e culturale del nostro paese che consente di attrarre turisti ed investitori'', su questi ultimi, il ministro si e' detto convinto debbano avere ''la certezza del costo della fiscalita' da supportare''. Resta comunque il manifatturiero, per Zanonato ''uno dei grandi motori per la ripresa, a partire dall'acciaio fino alle macchine utensili ed i sistemi piu' innovativi. Dobbiamo puntare su questo - ha concluso - accompagnandolo con la valorizzazione di tutti gli asset italiani''. pg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina