sabato 25 febbraio | 06:28
pubblicato il 25/mag/2013 14:24

Crisi: Zaia, troppi concordati preventivi, meglio fallimento subito

(ASCA) - Miane (TV), 25 apr - Andare al concordato preventivo, da parte di tante, anzi di troppe imprese in difficolta', ''sta diventando una modalita' criminale di fare business. Fai un lavoro poi metti attorno a un tavolo tutti gli artigiani e dici 'se volete qualcosa vi do il 10-15% di quello che avanzate'. C'e' chi chiude anche al 5%''. E' preoccupato Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, per questa modalita' di chiudere le aziende. ''Gli artigiani, pur di guadagnare qualcosa, ricevono un decimo di quello che han costruito o hanno fornito''. I rimedi? ''Ce n'e' uno soltanto'', secondo Zaia, ''fare in modo che queste cose non si possano piu' fare. Una ditta che va a fare un concordato preventivo al 10-15 per cento e' fallita e quindi deve andare in quella direzione e non si puo' pensare che chi ne fa le spese siano sempre gli artigiani, chi va a fornire opere o servizi''.

fdm/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech