sabato 03 dicembre | 14:58
pubblicato il 25/mag/2013 14:24

Crisi: Zaia, troppi concordati preventivi, meglio fallimento subito

(ASCA) - Miane (TV), 25 apr - Andare al concordato preventivo, da parte di tante, anzi di troppe imprese in difficolta', ''sta diventando una modalita' criminale di fare business. Fai un lavoro poi metti attorno a un tavolo tutti gli artigiani e dici 'se volete qualcosa vi do il 10-15% di quello che avanzate'. C'e' chi chiude anche al 5%''. E' preoccupato Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, per questa modalita' di chiudere le aziende. ''Gli artigiani, pur di guadagnare qualcosa, ricevono un decimo di quello che han costruito o hanno fornito''. I rimedi? ''Ce n'e' uno soltanto'', secondo Zaia, ''fare in modo che queste cose non si possano piu' fare. Una ditta che va a fare un concordato preventivo al 10-15 per cento e' fallita e quindi deve andare in quella direzione e non si puo' pensare che chi ne fa le spese siano sempre gli artigiani, chi va a fornire opere o servizi''.

fdm/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari