domenica 26 febbraio | 23:25
pubblicato il 08/feb/2014 11:51

Crisi: Visco, rischi ancora elevati. Crescita diseguale nell'area euro

(ASCA) - Roma, 8 feb 2014 - ''I rischi restano elevati''. Il governatore della banca d'Italia ignazio Visco, nel corso del congresso Assiom-Forex, spiega che ''la riduzione delle tensioni nell'area dell'euro riflette i progressi nella governance dell'Unione europea, la determinazione della politica monetaria a mantenere condizioni accomodanti, la correzione degli squilibri nazionali, con miglioramenti importanti nei paesi piu' colpiti dalla crisi''. Di fronte ad una platea di banchieri ed esperti di borsa, Visco ha rilevato che ''i rischi restano tuttavia elevati.

Tensioni sui mercati internazionali, manifestatesi gia' lo scorso anno dopo il primo annuncio della graduale riduzione degli acquisti di titoli da parte della Federal Reserve, si sono ripresentate nelle ultime settimane, acuite da segnali di rallentamento dell'attivita' in Cina. Ne hanno risentito le economie emergenti, soprattutto quelle con problemi strutturali e di finanziamento a breve termine''.

Infine, Visco ha sottolineato che nell'area dell'euro la crescita ''ha ritmi contenuti'', e si delinea in ''misura diseguale''.

ram/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech